PIPPO KABALLA’

Cantante, Attore, Musicista

BIOGRAFIA

PIPPO KABALLA’

Cantante, Attore, Musicista

BIOGRAFIA

   My space

        Social

Fin dai suoi esordi, il compositore siciliano Pippo Rinaldi, in arte Kaballà, inizia un percorso di ricerca volto alla valorizzazione delle radici musicali della sua terra d’origine, un viaggio lungo e ricco di incontri, che continua ancora oggi ad alimentare la sua vena artistica in diversi settori del mondo musicale.

Come cantautore, lontano dalla sua isola, Kaballà esordisce cercando “un ponte di pietra lavica” che lo riporti ai luoghi della memoria e nel 1991 pubblica il suo primo album intitolato “Petra Lavica”, un lavoro nel quale si fondono elementi stilistici della musica popolare, del rock e della world music. Lo stile e il percorso intrapreso alla ricerca di contaminazioni di stili musicali, ispirazioni letterarie e dialetto siciliano continua nell’album “Le Vie dei Canti”, mentre in “Lettere dal fondo del mare” abbandona quasi del tutto il dialetto siciliano evidenziando la sua grande passione per la canzone italiana d’autore. “Astratti Furori” prende invece il titolo da uno dei due brani inediti contenuti nell’album, che è una raffinata antologia delle sue migliori canzoni in versione live.

La sua carriera di autore inizia con una meravigliosa opportunità. A Kaballà viene chiesto di scrivere un testo in siciliano, su musica di Nino Rota, per il film “Il padrino III” di Francis Ford Coppola. Nasce così la celebre serenata “Brucia la terra”, brano che è poi stato interpretato nel 2009 dagli Avion Travel nell’album “Nino Rota, l’amico magico” e nel 2015 da Andrea Bocelli, nell’album “Cinema”.
È un grande inizio.

 Da quel momento Kaballà lavora e si afferma sempre di più come autore, scrivendo brani interpretati da numerosi artisti della musica italiana ed internazionale. Partecipa in questa veste a molti Festival di Sanremo, vincendo per due volte il premio della critica e nel 2005 il primo premio categoria donne con un brano interpretato da Antonella Ruggiero, co-firmato con Mario Venuti, cantautore siciliano con il quale inizia in quegli anni un lungo e stimolante sodalizio artistico, che dura tutt’ora. Nello stesso periodo prende il via la collaborazione con Eros Ramazzotti con il quale Kaballà firma diversi brani assieme al suo produttore storico Claudio Guidetti, tra cui i duetti di Eros con Anastacia e Ricky Martins. Per Ramazzotti scrive anche molte canzoni dell’album “Perfetto” in coppia con Francesco Bianconi, altro grande artista con il quale è nato un interessante ed eclettico sodalizio che lo vede co-autore di due brani nell’ultimo album dei Baustelle.

Parallelamente Kaballà approda nel mercato discografico internazionale del ”tenor pop” firmando, tra i tanti, un brano inedito in italiano composto e prodotto da David Foster e interpretato dal giovane tenore americano Josh Groban. Nel 2008 per Kaballà c’è un’altra grande prova: partecipa all’ambizioso progetto di far diventare canzoni le poesie e gli scritti di Karol Wojtila. Firma così alcuni brani dell’album di Placido Domingo “Amore Infinito”, tra cui “Canto del sole inesauribile”, brano che Domingo interpreta in uno splendido duetto con Andrea Bocelli.

Dopo essere stato autore per alcune importanti publishing multinazionali, dal 2015 Kaballà è uno degli autori in esclusiva editoriale dell’italiana SUGAR, di Caterina Caselli. Seppure la sua principale attività sia quella di autore e oltre ad insolite incursioni anche nel campo del cinema, del musical e della televisione, Kaballà continua a mantenere vivo il legame artistico e culturale con la sua terra d’origine. Dall’incontro con Mario Incudine, grande promessa della musica world siciliana, nasce l’album”Italia Talia” di cui è co-produttore artistico ed altri progetti musicali e teatrali che hanno sempre la Sicilia come filo conduttore: l’adattamento in lingua siciliana e greco moderno delle “Supplici” di Eschilo per la regia di Moni Ovadia in scena nel 2015 al Teatro Greco di Siracusa, l’opera teatrale “Il Canto di Nessuno”, singolare trasposizione musicale dell’Odissea in lingua siciliana, lo spettacolo “Malarazza”, tributo al Modugno “siciliano” in trio con Incudine e Toni Canto. Con Canto, altro raffinato musicista e produttore con il quale Kaballà collabora attivamente, è nato l’album “Moltiplicato” che, adattato in lingua portoghese e arricchito da duetti prestigiosi, sarà prossimamente pubblicato per il mercato Brasiliano.

Nel suo personale percorso come cantautore Kaballà mantiene intatto il suo personalissimo stile degli esordi che coniuga musica, poesia e letteratura, unendo la canzone d’autore a sonorità classiche ed essenziali, abbinate a testi, spesso in lingua siciliana, molto poetici e intensi, arricchiti da numerosi riferimenti letterari. Porta così in scena tre spettacoli in chiave rigorosamente acustica, accompagnato alternativamente da due musicisti che sono da sempre al suo fianco: Antonio Vasta al pianoforte e Massimo Germini alla chitarra, con il loro importante apporto agli arrangiamenti. Continua così un lavoro che espande i confini del concerto verso i territori del teatro, raccontando una Sicilia sempre protagonista, prepotente, dolce, aspra e sapiente.

SPETTACOLI

Viaggio Immaginario nella Sicilia della Memoria

Resta aggiornato con la newsletter

A.S.C. Production srl
Arte Spettacolo Cultura
via Padre Giuseppe Puglisi 3 90026 Petralia Soprana
Palermo – Italy P.IVA 04743770820 C.F. 95004950820
A.S.C. Production srl
Arte Spettacolo Cultura
via Padre Giuseppe Puglisi 3
90026 Petralia Soprana
Palermo – Italy
P.IVA 04743770820
C.F. 95004950820
A.S.C. Production srl
Arte Spettacolo Cultura
via Padre Giuseppe Puglisi 3
90026 Petralia Soprana
Palermo – Italy
P.IVA 04743770820
C.F. 95004950820
Sito web realizzato da WHIG